Italiani a Ginevra: il concorso fotografico

Italiani a Ginevra: il concorso fotografico

La Voce di Ginevra è lieta di annunciare la prima edizione del concorso fotografico ” 100 scatti d’Italia a Ginevra”.

Un’iniziativa che vede la luce insieme al Comites Ginevra e la Webster University, Dipartimento di Media Communications & Photography. Il concorso è aperto a tutti, fotografi appassionati e non. Obiettivo, è il caso di dirlo, uno scatto che ritrae il senso dell’italianità a Ginevra.

Ecco il regolamento. Per partecipare c’è tempo fino a giovedì 30 settembre 2021.

REGOLAMENTO
Il concorso fotografico “100 scatti d’Italia a Ginevra”, organizzato dal Comites, il Comitato degli Italiani all’Estero di Ginevra insieme al Dipartimento di Media Communications & Photography della Webster University e al web magazine La Voce di Ginevra è aperto a tutti i fotografi sia amatori che professionisti purché abbiano compiuto 18 anni.

Il tema del concorso sono gli italiani a Ginevra. Ovvero, immagini che ritraggano il senso di italianità attraverso le persone o le attività italiani nel Cantone di Ginevra. Per partecipare basta inviare una sola immagine in formato jpg. Tutte le foto inviate possono essere sia a colori sia in bianco e nero e devono avere un formato con il lato maggiore di cm 40 e pixel 4.724×3.543 circa. E’ vietato togliere o aggiungere elementi non rpesenti nellos catto originale, aggiungere margini e firmare le foto. Resta facoltà della giuria escludere foto in seguito ad una manipolazione eccessiva.

La fotografia (una sola fotografia per concorrente) va spedita con un’unica e-mail a visconti@webster.ch specificando nome, cognome, data di nascita, residenza e contatti. Si prega di allegare un documento di identità in corso di validità.

Premi in buoni acquisto

La giuria del concorso sarà composta da tre fotografi: Francesco Arese Visconti (Presidente), Athena Carey (Membro) e Kristian Skeie (Membro). Il lavoro della giuria inizierà con la visione del materiale raccolto e proseguirà con la valutazione delle opere. Le cento foto scelte dalla giuria saranno pubblicate su La Voce di Ginevra.Tra queste, saranno assegnati il primo, secondo e terzo premio.

Il vincitore assoluto del concorso riceverà un buono d’acquisto (MediaMarkt) di CHF 500, il secondo premio sarà costituito da un buono d’acquisto (MediaMarkt) di CHF 250 e il terzo da un buono di acquisto (MediaMarkt) di CHF 100.

Il primo concorso fotografico sull’italianità a Ginevra


Calendario del concorso
Invio delle fotografie da lunedì 28 giugno a giovedì 30 settembre 2021.
Lunedì 11 ottobre 2021:
Comunicazione dei cento scatti selezionati e dei tre vincitori dei premi.

Foto e copyright

Il copyright delle fotografie inviate sono del fotografo che certifica il lavoro come proprio.
Il partecipante consente agli organizzatori del concorso di utilizzare le fotografie (citando sempre il nome dell’autore) e di pubblicarle.

Dichiarazione e accettazione del fotografo partecipante
Inviando la fotografia al concorso, il partecipante dichiara di essere l’unico autore dell’immagine inviata e si assume la responsabilità di quanto forma oggetto dell’opera presentata.
La partecipazione è vincolata all’accettazione del presente regolamento.
Con l’iscrizione al concorso l’autore sottoscrive quanto stabilito dal Dlgs 196/2003 e successive modifiche.
Si consente, quindi, il trattamento dei dati personali dei partecipanti che verranno utilizzati per la comunicazione e per l’organizzazione interna del concorso stesso.

Aspettiamo le vostre fotografie!

lavocediginevra

La Voce di Ginevra è un web magazine di cultura, attualità e informazione e punto di riferimento per tutta la comunità italiana che vive nel Cantone di Ginevra. Si avvale di una redazione giovane e dinamica e di un nutrito gruppo di collaboratori.

Related Posts

Gli evasori No-Vax

Gli evasori No-Vax

Oltre “somma zero”: Ginevra e l’emergenza Covid-19

Oltre “somma zero”: Ginevra e l’emergenza Covid-19

Il “varo” di Blutopia: forum Mediterraneo

Il “varo” di Blutopia: forum Mediterraneo

Le rotte sommerse dei rifiuti: una lente per leggere le diseguaglianze

Le rotte sommerse dei rifiuti: una lente per leggere le diseguaglianze

Articoli recenti