IWG Green Panel: la sostenibilità si fa strada

IWG Green Panel: la sostenibilità si fa strada

Si è tenuto il 7 giugno 2023 il Green Panel sul tema dell’economia circolare organizzato da IWG della Camera di Commercio Italiana in Svizzera. Tenutosi presso l’Espace di Ginevra, l’evento è stato articolato in tre momenti: tavola rotonda, esposizione di marchi e opere sostenibili ed aperitivo.

In occasione della giornata mondiale dell’ambiente, contro l’inquinamento da plastica, Maria Paola Lia, membro del Board di IWG, ha riunito esperti di settori diversi, per condividere le loro esperienze legate all’economia circolare.

Il palco è stato allestito Michele Merlo, titolare dello Studio Gellner che ha disegnato tavolino e sgabelli “San Barnaba” realizzati in serie limitata da Pieces of Venice, con legni di rovere recuperati dalle Briccole, i pali che segnano i canali di Venezia. Michele ha spiegato come combini tradizione e contesto economico-ambientale in ogni progetto.

Riuso e riciclo

Il moderatore dell’evento, Felix Stähli, Impact Hub Ginevra, ha descritto i principi su cui si basa l’economia circolare per ridurre l’impatto ambientale: “prendi, produci, consuma, ricicla e riutilizza”. In linea con questo approccio, Katia Vladimirova, dell’Università di Ginevra, ha spiegato l’importanza di ripensare gli assemblaggi di materiali nell’industria della moda, secondo consumatore di risorse idriche al mondo. Katia ha chiesto: “Indovinate la percentuale dei tessuti che viene riciclata?” Nessuno immaginava che fosse meno dello 0,5%.

Tra i relatori, Andrea Monti, che ha condiviso la sua esperienza come ambasciatore di Top Tier Impact, una comunità internazionale di leaders, investitori e imprenditori che sostengono progetti per risolvere le grandi sfide sociali ed ambientali di oggi. Maud Jacquot esperta di economia circolare al SIG ha invece illustrato il programma SIG “éco21” ideato per ridurre il consumo e contribuire alla conservazione delle risorse naturali.  

Un panel di esperti molto diversi tra loro, accomunati dall’approccio coerente con il modello di economia circolare.

L’aperitivo aveva prodotti italiani e locali come la pizza (Pizzeria Ciro) e la mozzarella (CasaMozzarella), due biglietti da visita italiani a Ginevra. Oltre alla frutta ed i succhi locali (VitaVerdura), tisane rinfrescanti (la Tsarine) e bevande alla mandorla (Donkly), i presenti hanno assaggiato “IBRIDA” la birra dell’economia circolare”, prodotta dalla fermentazione del pane invenduto.

Un nuovo modo di fare impresa

Anche l’esposizione ha accolto artisti e marchi legati dal filo conduttore della sostenibilità come l’Upcyclerie di Ginevra che ha presentato capi di design ottenuti dal riciclo e dalla trasformazione di tessuti di scarto. Mariella B. Green ha illustrato la sua rivoluzione fatta con pochi centimetri di tessuto: costumi da bagno creati in Italia con materie prime riciclate e riciclabili, con effetto modellante, rifiniti a mano. Annalisa Caricato, designer con certificazione in Fashion & Sustainability ha mostrato invece come usare gli sprechi di produzione (upcycling) ed esposto “Agile e Fragile”: arte motivazionale sul tema gabbia/corona sul ruolo della donna nella società contemporanea. Annalisa Caricato fonda così il movimento di arte contemporanea motivazionale con la tecnica del collage tridimensionali riciclando riviste di moda.

Pietro Mastrota, artista e titolare di “Gioia Mia” ha esposto le sue creazioni, alcune fatte con un giovanissimo artista: Lorenzo Mastrota. Un esempio é “PapàLoré”, assemblato di oggetti non più in uso: rotelle di bicicletta, giocattoli, cavi elettrici, tinti di acrilico ed azzurrite. Legate al tema dell’economia circolare, questi lavori sono un esempio della creatività che si unisce alla riparazione e riutilizzo.

Per ridurre l’impatto ambientale, tutti i materiali dell’evento erano riutilizzabili o riciclabili ed i presenti hanno ricevuto dei semi di piante biologiche e la poesia #BEATPLASTICPOLLUTION di Rossella de Cicco.

Un grazie speciale ai membri di IWG, ad Ernesto Jaramillo,  i presenti, nonché agli sponsors (SAIG, SIG, Pizzeria Ciro, Vitaverdua, Donkly, Ibrida, Sativa, la Tsarine, Camera di Commercio Italiana per la Svizzera) che lo hanno reso possibile.

Redazione

La Voce di Ginevra è un web magazine di cultura, attualità e informazione e punto di riferimento per tutta la comunità italiana che vive nel Cantone di Ginevra.

Related Posts

Amici della Vespa, il raduno a Dardagny

Amici della Vespa, il raduno a Dardagny

Europee: voto agli studenti fuori sede

Europee: voto agli studenti fuori sede

Come costruire una mente: istruzioni per l’uso

Come costruire una mente: istruzioni per l’uso

Benvenuta GlobalAI Association!

Benvenuta GlobalAI Association!

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli recenti