Steve Guerdat & Martin Fuchs: due cavalieri svizzeri nel Top 10 mondiale

Steve Guerdat & Martin Fuchs: due cavalieri svizzeri nel Top 10 mondiale

A inizio dicembre, Palexpo ha accolto la 62ª edizione del Concorso Ippico Internazionale di Ginevra, uno dei più importanti e prestigiosi nel panorama equestre mondiale e eletto ben dieci volte come miglior evento di salto indoor. La sera dell’8 dicembre si è svolta la finale del Top 10 Rolex IJRC dove si sono affrontati i dieci migliori atleti di salto ostacoli, tra i quali due cavalieri svizzeri: Martin Fuchs e Steve Guerdat, rispettivamente numero 4 e 5 del Longines Ranking Jumping. L’altissimo livello dei partecipanti e la difficoltà del percorso con una classe di altezza 1’60 mt a due manche ha tenuto il pubblico col fiato sospeso fino all’ultimo momento. L’emozione era palpabile nell’aria.

Con due giri netti e un crono di 48.13, Steve Guerdat con il suo cavallo Venard de Cerisy ha conquistato il primo posto sul podio con un premio di 160’000 chf e un orologio Rolex. La coppia è stata l’unica a chiudere la gara senza errori. Al secondo posto, lo svedese Henrik von Eckermann con il suo destriero King Edward con 4 punti di penalità e un tempo di 48.52. Al terzo posto, sempre con 4 punti, l’americano Kent Farrington con Greya che hanno concluso in un tempo di 54.80. Il francese Simon Delestre, quarto posto, ha ottenuto un ottimo risultato con un tempo record di 48.06 al secondo giro senza un errore. Purtroppo, gli 8 punti con due barre a terra durante il primo round gli sono costati il posto sul podio. Segue il giovane talento Martin Fuchs al quinto posto – anche lui un secondo tour perfetto con un tempo di 49.25 ma con 8 punti di penalità al primo. La sua audacia su alcuni salti per recuperare velocità non è stata sufficiente per controbilanciare gli errori. Shane Sweetnam e il suo cavallo James Kann Cruz, stupefacenti nella prima manche dove si erano imposti in testa della classifica, sono poi scesi al sesto posto con due barre a terra al secondo giro e un tempo poco più lento di quello di Fuchs con 49.37.

JUMPING CHI GENEVE 15/12/2013 GRAND PRIX ROLEX Steve GUERDAT (SUI)

La vittoria di Steve Guerdat riafferma il percorso spettacolare del cavaliere svizzero e dei suoi cavalli. Già vincitore del Top 10 Rolex IJRC nel 2010 con Jalisca Solier e nel 2018 con Alamo, Steve Guerdat è stato consacrato il 3 settembre campione d’Europa al termine dell’evento “Italia. Open to Meraviglia – FEI Jumping European Championship 2023” tenutasi all’Ippodromo Snai San Siro di Milano per la 37ª edizione del Campionato Europeo di Salto Ostacoli.

Anche lì, un percorso netto, senza errori, con la sua complice Dynamix de Belheme, una bellissima cavalla sella francese, orgoglio dei suoi allevatori normanni Frédéric et Laure Aimez e dei proprietari ticinesi, Sabina Cartossi e Gianluca Agustoni.

L’Italia ha visto concorrere un solo cavaliere azzurro durante la manifestazione ginevrina, il 1° Aviere Scelto Lorenzo De Luca che si è distinto in modo particolare durante la gara Crédit Suisse Challenge la sera del 9 dicembre, dove ha ottenuto la seconda posizione con Don Vito, cavallo di razza olandese (Kwpn), subito dopo Henrik von Eckermann, il numero uno mondiale. Il cavaliere italiano, nato nel 1987 e originario di Lecce, ha raggiunto degli ottimi risultati questo fine anno. In effetti, dopo Ginevra, De Luca ha partecipato all’ International Horse Show di Londra, dove ha conquistato il primo posto con Violino Il Palazzetto, cavallo di sella italiana, nella gara intitolata “Agria Lifetime Equine Snowflake Stakes”, classe di altezza 1.50 mt a due manche.

Il concorso di Ginevra è un grande evento che riunisce dal 1926 appassionati di equitazione e curiosi, professionisti e amatori. Durante i quattro giorni, circa 44’000 spettatori hanno partecipato a questa bellissima manifestazione indoor per vedere e ammirare i migliori cavalieri del momento. Nell’attesa dell’edizione 2024, approfittate del replay    

Maria Irene Fantini

Appassionata di arte, teatro e musica, studia pianoforte con Luis Ascot e canto lirico con Isabel Balmori-Martin al conservatorio di Ginevra. Successivamente ottiene un Master of Arts in vocal performance alla Haute Ecole de Musique de Lausanne, nella classe di Frédéric Gindraux. Come mezzosoprano e contralto ha eseguito lo Stabat Mater di Pergolesi al festival « Les transeuropéennes de Rouen » e presso le « Nuits baroques » de Touquet, il Gloria di Vivaldi e il Magnificat di J.S. Bach al « Festival Bach » di Lutry. Insieme al clavicembalista Paolo Corsi e il suo ensemble “Le Harmoniche Sfere”, ha ideato e presentato in concerto il programma La Serenissima con musiche vocali e strumentali del barocco veneziano, concerto registrato dalla dalla RTS-Espace 2. Desiderosa di approfondire le sue conoscenze umanistiche, prosegue gli studi e consegue il Master di Musicologia dell’Università di Ginevra con un lavoro di ricerca su poesia e vocalità in Ottorino Respighi.

Related Posts

Come costruire una mente: istruzioni per l’uso

Come costruire una mente: istruzioni per l’uso

Benvenuta GlobalAI Association!

Benvenuta GlobalAI Association!

La Voce compie due anni

La Voce compie due anni

IWG “Italian Creativity on the Runway” 2024

IWG “Italian Creativity on the Runway” 2024

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *